Si intende per inerbimento l’insieme delle pratiche finalizzate all’ottenimento di una copertura erbosa continua delle superfici di intervento. L’inerbimento può essere effettuato “a spaglio”, ovvero spargendo la semenza a mano, con seminatrice meccanica, per idrosemina, ovvero mediante l’aspersione di una miscela di semenza, acqua, collanti e concime sulle superfici di intervento.

Esistono numerose varianti a tali tecniche in ogni caso è importante ricordare che non è tanto importante la tecnica di inerbimento quanto la scelta di un corretto miscuglio di semina.

Il miscuglio dovrà essere calibrato in base alle caratteristiche del substrato da inerbire, delle caratteristiche morfologiche del sito, del clima ecc…