I salici sono piante arboree ed arbustive caratterizzate da una buona attitudine biotecnica nonchè alla riproduzione vegetativa per talea, ad una discreta adattabilità ambientale ed una elevata amplitudine ecologica.

Il loro impiego può essere effettuato all’interno delle opere di sostegno (palificate, grate vive, scogliere) posizionando le talee sub-orizzontali durante le fasi di costruzione e riempimento dell’opera oppure per aumentare la vitalità di tutte le altre opere di i.n. (fascinate, siepe viva, impianto su scarpata, …).

Si sottolinea l’importanza dell’utilizzo delle specie differenti di salici in base alle caratteristiche del substrato, dell’esposizione e della quota (a titolo di esempio il Salix purpurea ben si adatta a substrati grossolani, in pieno sole fino ai 2.000 m s.l.m. mentre il Salix alba vuole substrati freschi e sabbiosi fino a quote poco oltre i 1.000 m s.l.m.).